GLOSSARIO di Arte del Processo / Processwork

Ecco un piccolo glossario che può aiutare ad esplorare alcuni dei termini usati nell’Arte del Processo! Speriamo che possa essere utile, almeno nella realtà del Consenso, per entrare in questo mondo!

A-causale

Avere una connessione sconosciuta o non-causale. Vedi Teleologia. (Il Corpo della Sciamana)

 

Alleato o Alleati

Figure di Sogno, spiriti, entità che possono essere pericolosi, disturbanti o spaventosi ma quando affrontati possono diventare a servizio del potere personale.

Il termine Alleato è tratto dai libri di Castaneda circa il suo apprendistato con don Juan. Alleati appaiono come sogno-figure, spiriti, entità che può essere pericolosa, disturbo o Scarey ma quando lottato con diventare un aiuto per potere personale. (Il Corpo della Sciamana)

 

Amplificazione (principio)

E l’atto di aiutare il processo di svolgersi notando e seguendo i suoi segnali interni ed esterni  per facilitare se stessi e l’altro a portare più consapevolezza a ciò che sta accadendo in quel preciso momento. Lo si nota, lo si continuare a vedere, ascoltare, sentire o fare o non fare, ma con molta più consapevolezza. Allo stesso tempo è necessario aiutare se stessi e gli altri a fare lo stesso.

 

Arte del Processo: vedi Processwork

 

Attenzione e Consapevolezza

La Consapevolezza è la capacità di notare l’esperienza fenomenologica. Queste esperienze sono apprese attraverso la nostra attenzione. La Prima Attenzione (Consapevolezza della Realtà del Consenso) La consapevolezza necessaria per percepire le situazioni esterne e le informazioni associate con la realtà di tutti i giorni. La Seconda Attenzione (Consapevolezza della Terra dei Sogni – Dreamland) è la capacità di notare e credere negli eventi non comuni nei nostri ambienti interiori ed esterni, anche quando la nostra percezione non è d’accordo con il modo in cui pensiamo che il mondo dovrebbe apparire e agire. In secondo luogo l’attenzione è la capacità di notare, concentrarsi e dispiegare i segnali dalla della Terra dei Sogni (Dreamland). Si tratta di uno strumento per aiutarci a stare fuori dalle nostre realtà di consenso e vedere come la natura si esprime nel mondo dei sogni. La Terza Attenzione (Consapevolezza  dell’Essenza) è la consapevolezza del livello di essenza o consapevolezza senziente. Ciò include la capacità di percepire i “flirt” – quei piccoli segnali che non sono ancora manifesti, ma vivono ai margini della nostra consapevolezza. Catturare e seguire, sviluppare, dispiegare (unfolding)  i “flirts” ci permette di accedere al livello dell’essenza. Quindi, la consapevolezza nella Psicologia Orientata al Processo, o Processwork, è un termine usato per indicare l’incarnare pienamente una vasta gamma di sentimenti, punti di vista, sensazioni e prospettive e la capacità di farlo. Esso comprende il notare la differenziazione dell’esperienza, oltre ad essere in grado di spostare la propria identità momentanea tra le diverse prospettive. Comprende anche un riconoscimento simultaneo di questi cambiamenti e processi.

 

Big U (il Grande Te Universale)

The Big U è il concetto di mente sistemica. U sta per Universo, o la parte più grande di un gruppo o di una persona. Un sistema può essere il mondo intero o un gruppo, un individuo o anche una particella. In qualsiasi caso il Big U connette alla funzione di pilotaggio-guida della mente del sistema (o, più esattamente, la sua mente quantica). Viene vissuta come una sorta di organizzatore onirico del sistema e include tutte le parti, le persone e le situazioni coinvolte.

 

Cacciatore

Il cacciatore impara alcune discipline di base al fine di trovare e connettersi con una forza più profonda. La pratica del cacciatore è quello di studiare i processi e di disciplinarsi nel dare la caccia a segnali e doppi segnali. (Il Corpo della Sciamana)

 

Cambio di ruolo (Switching roles)

C’è una naturale tendenza al cambio di ruolo. Cioè, troviamo che ci possiamo identificare con un ruolo particolare, ma poi a un certo punto ci accorgiamo che ci sentiamo spinti a rappresentare un altro ruolo, o che siamo in un altro ruolo. Per esempio, qualcuno in un’organizzazione di servizi sociali, che viene identificato come un aiuto per gli altri che soffrono e che hanno bisogno di cure, può iniziare a parlare di sé o della sua sofferenza. In quel momento, lei o lui è passato nel ruolo degli “altri” che hanno bisogno di cure. Notare e permettere a voi stessi di invertire i ruoli è una pratica di consapevolezza; percepire quando si è in un ruolo e quando si inizia a trasferirsi in un altro. Questo è un altro aspetto del mondo dei sogni, in cui condividiamo i ruoli.

 

Cammino della Morte (Death Path)

Il percorso verso la morte (del proprio Ego o identità primaria) per coloro che iniziano a lavorare con/su se stessi e ad affrontare i propri limiti. (Il Corpo della Sciamana)

 

Campo

Un’atmosfera emotiva o una sensazione sentita di una particolare coscienza condivisa che sembra essere trasmessa per vie acausali non newtoniane. Oppure, un’area dello spazio entro cui certe linee di forza sono all’opera. E’ allo stesso tempo ovunque e con ognuno. E’ qui e ora nella sua interezza, ogni volta che ci limitiamo a pensare ad esso. Ne percepiamo l’atmosfera vaga con le nostre sensazioni, fantasie e allucinazioni e siamo quindi in grado di distinguere tra i ruoli o le parti.

L’atmosfera o il clima di ogni comunità, compresi i suoi dintorni fisici, ambientali ed emozionali. (The Leader with Presence, 2012)

 

Canale

E’ il percorso sensoriale specifico attraverso cui vengono ricevute le informazioni.

I canali visivo, uditivo, propriocettivo, cinestesico, della relazione, spirituale e del mondo si riferiscono a informazioni che vengono raccolte dal vedere, udire, sentire, movimento, in relazione con un’altra persona, con una entità divina, sciamanica o spirituale, o tramite un evento esterno.

 

Compassione

L’accesso al Big U (il Grande Te Universale) è una parte cruciale della facilitazione nel worldwork. Il Big U è il potenziale facilitatore; si tratta di una bussola, che è aperta a tutte le direzioni e a tutte  le parti ed ha compassione, è cioè una combinazione dell’apertura della “bussola” con l’interesse per tutti i vettori. La compassione unisce e fonde insieme sia apertura che consapevolezza.

 

Conflitto (causale)

Il conflitto è il prodotto dei bisogni insoddisfatti e delle differenze non riconosciute ed è spesso il risultato di tensioni, piani, obiettivi o azioni temute.

 

Conflitto (non causale)

Dal punto di vista non causale, due aspetti dello sfondo del “Sogno” (Dreaming) si stanno manifestando come polarità in modo da poter essere risolti.

 

Consapevolezza

La capacità di notare l’esperienza fenomenologica. (vedi anche Attenzione)

 

Consenso

Il facilitatore può aiutarsi a guadagnare consenso, scoprendo in quale direzione il gruppo vorrebbe andare prima, sapendo che tutti i problemi e tutti i sentimenti sono importanti e devono essere discussi ad un certo punto. Qualunque sia il tema scelto, si tratta di un grande tema ombrello che ha molti sotto-temi all’interno di esso, alcuni dei quali possono includere altri argomenti citati dal gruppo durante il filtraggio.

Un accordo per affrontare un determinato argomento o seguire una direzione per un periodo di tempo limitato.(da Leader with Presence , 2012)

 

Coscienza

La consapevolezza della consapevolezza, cioè, la capacità di essere consapevoli del fatto che si è a conoscenza dell’esperienza fenomenologica.

 

Democrazia Profonda (metaskill o attitudine)

L’attitudine della democrazia profonda che si focalizza sulla consapevolezza tanto delle voci centrali che di quelle marginali. Questo tipo di consapevolezza può essere focalizzata su gruppi, organizzazioni, esperienze interiori personali, conflitti tra persone, ecc. Permettersi di prendere seriamente eventi e sensazioni apparentemente trascurabili può portare soluzioni inaspettate ad entrambi i gruppi e ai conflitti interiori.

La democrazia profonda fa in modo che ogni punto di vista e ogni emozione e sentimento profondo vengano rappresentati ed espressi, quelli di ogni singola parte o gruppo così come quella dell’insieme stesso.

 

Democrazia profonda (concetto, valore, principio ispiratore)

Democrazia profonda è un concetto di base così come una metaskill (atteggiamento o attitudine del sentire) multidimensionale nei confronti della vita, che riconosce l’importanza sostanzialmente uguale delle questioni e delle preoccupazioni (fatti, questioni, problemi, persone) della realtà del consenso, delle figure della Terra dei Sogni – Dreamland (ruoli, fantasmi, direzioni), e dell’Essenza (terreno comune) che collega tutti gli uni con gli altri.

E’ la convinzione che vi sia saggezza dentro, sotto o dietro a tutti i punti di vista e che ci debba essere libertà per l’espressione delle diverse opinioni ed esperienze in modo che la saggezza più profonda possa essere compresa e che possano essere trovate le soluzioni sostenibili a problemi complessi e che possano evolvere comunità più sane.

 

Doppio segnale

E’ quando un segnale involontario esprime un messaggio in contraddizione con il messaggio volontario. Un doppio segnale significa che qualcuno sta trasmettendo un messaggio con cui si sta identificando o intende identificarsi in un dato momento. Allo stesso tempo sta anche esprimendo con le sue parole o col suo corpo qualcosa di diverso che è più lontano dalla sua consapevolezza. Per esempio, potrei dire verbalmente che voglio relazionarmi con voi. Questa è la mia intenzione. Tuttavia, allo stesso tempo, guardo a terra e non guardo voi. Questo è un doppio segnale. Può essere molto utile mettere a fuoco i doppie segnali per dare alla persona il tempo di indagare su ciò che quel segnale esprime e portare fuori nella conversazione tale informazione.

 

Dreambody e Dreaming Body (Corpo che Sogna)

L’entità intelligente e creativa, democratica e multidimensionale che organizza ogni relazione dentro e fuori il suo sistema vivente con le sue parti e con le varie altre interezze a cui appartiene. Il Corpo che Sogna è un essere olograficamente strutturato che ha proprietà differenti (vedi The Dreamingbody in Relationship)

 

Dreaming (the) vedi (il) Sogno/Sognare

 

Dreaming up (Sognarsi l’altro, Portare l’altro nel proprio sogno)

Il concetto del Dreaming up è parte del paradigma orientato al processo che differisce dal modo tradizionale di vedere gli individui come separati e distinti gli uni dagli altri, piuttosto li ritiene interconnessi attraverso i loro processi di sogno, i loro limiti, e il loro scambio di segnali sottili. Quando il cliente emette certi segnali inconsci, ad esempio, il corpo del terapista li sente e reagisce ad essi: il terapista cambia. E viceversa.

Se involontariamente mando doppi segnali nella comunicazione posso creare il fenomeno del dreaming up, ovvero posso fare agire inconsciamente l’altro come una figura del mio mondo interiore. L’altro cambia, e di rimando anche io.

 

Dreamwork (lavoro col sogno)

Lavorare con i sogni: non solo i sogni notturni.

 

Eldership

Una metaskill universale; proveniente dal tuo io più profondo e dalla sua direzione. Questa abilità comporta una democrazia profonda più il senso che il mondo è il tuo bambino –intessendo tra loro il senso della pari importanza dei punti di vista individuali con il grande mistero che sta dietro tutto questo. Questa metaskill nasce dalla compassione del Big U (il Grande Te Universale).

Eldership è la capacità di comprendere, entrare in empatia con e sostenere gli individui o gruppi in conflitto su tutti i lati di un problema contemporaneamente e compassionevole. È un metaskill universale; proveniente dal tuo io più profondo e la sua direzione.

 

Emergente

Un termine per i fenomeni o i contenuti non-consensuali, le esperienze soggettive che sono indicate anche quali esperienze nella Terra dei Sogni (Dreamland). Il termine emergente è spesso più facile da spiegare all’interno delle organizzazioni, in contrasto con il gergo tecnico della Terra dei Sogni.

 

Energie vettoriali

Si usano le denominazioni: energia-x per rappresentare la forza o qualità dell’agente identificato come altro da sé che ci crea disturbo e disagio; energia-u per rappresentare se stessi e la propria reazione in relazione all’energia x disturbante, energia-U (o Big U) rappresenta invece la qualità, l’intelligenza o la saggezza universali alla base dello scenario/sistema in cui energia-x ed energia-u si interfacciano con ruoli antagonisti (polarizzazione).

 

Entanglement (intreccio, aggrovigliamento, interconnessione indistricabile)

Una metafora presa in prestito dalla fisica quantistica per significare che nell’esperienza individuale o di gruppo le parti sono collegate non solo direttamente, ma anche attraverso vie magiche o per via sub-atomica e non locale.

 

Facilitazione

Facilitare vuol dire aiutare gli altri, individui o gruppi (o anche se stessi), ad affrontare i cambiamenti e la crescita naturale su vari livelli di realtà e attraverso i vari stati alterati di coscienza.

 

Facilitatore Partecipante

Nel Processwork (PW) e nel World Work (WW), il concetto di leader e facilitatore è inteso essenzialmente come un ruolo condiviso. Quindi il vecchio concetto di partecipante è cambiato, noi chiamiamo il nuovo partecipante “cittadino” o “partecipante facilitatore.” (così come come il leader/ facilitatore è anche leader-seguace ecc.)

 

Fantasma (Phantom)

Un fantasma è quello che siamo quando la nostra identità viene influenzata da ruoli fantasma di cui non siamo consapevoli. A questo proposito vengono fuori tendenze ad essere posseduti da stati d’animo che, invece di riuscire a processarli, ci controllano. I fantasmi sono preoccupati dal successo o il fallimento a cui si sentono attaccati, invece di apprezzare il mondo come un terreno di caccia in cui venire trasformati.

 

Feedback

Il modo con cui rispondiamo a certi stimoli come segnali del corpo, eventi, situazioni, …

 

Fermare il Mondo

Il processo di collasso della nostra visione del mondo e dei nostri sistemi di credenze in modo tale che il ‘mondo’, per come noi di solito lo apprendiamo, non ha più un potere su di noi, quindi siamo in grado di entrare nella seconda attenzione. (Il Corpo della Sciamana)

 

Figura di sogno (Spirito/Archetipo)

Un simbolo psicologico simile a un archetipo della psicologia junghiana e agli spiriti dello sciamanesimo. Usato per descrivere una forza inconscia che sta influenzando l’ambiente o condizionando il comportamento, un aspetto della nostra personalità lontano dalla nostra consapevolezza.

 

Figura interiore

Un archetipo, o un ruolo antropomorfo o punto di vista, ad esempio, il bambino interiore o il critico interiore, quella parte di me che dice che dovrei studiare contro quell’altra parte di me che dice che dovrei telefonare al mio o alla mia amante.

 

Flirts

Usiamo la parola “flirt” nel senso più generale di qualcosa che cerca di catturare la nostra attenzione. Un fiore, per esempio, può “flirtare” con noi (e viceversa!). Il flirt avviene così rapidamente che noi di solito tiriamo avanti senza dargli importanza o ce ne dimentichiamo. Eppure nel comunicare, il flirt svolge un ruolo importante quale anticipatore di segnali e di situazioni in cui la comunicazione è potenzialmente difficile.

 

Fluidità

Fluidità si riferisce alla capacità di notare l’unilateralità della propria esperienza o del proprio pensiero del momento e di sostenere o spostarsi dentro altre esperienze o pensieri.

 

Fondamentalista

Un movimento o un punto di vista di solito religioso caratterizzato dal ritorno ai principi fondamentali, dalla rigida aderenza a questi principi, e spesso dalla intolleranza verso altri punti di vista e dalla opposizione al laicismo.

 

Guerriero: vedi Warriorship/Essere un/una Guerrier*

 

Identità

Il senso di percepirsi e riconoscere se stessi (identità primaria, io sono questo e quest’altro, io sono così….) oppure riconoscersi a fatica o non riconoscersi affatto (identità secondaria, quella non sono io, io non sono così…).

 

Indigeno

Essere un membro degli abitanti originari di un luogo particolare.

 

Inimicazione (enmification)

L’atto di creare inimicizia profonda, spesso odio reciproco. Il processo di etichettatura di altri individui o gruppi come il male, cattivi, sbagliati, o la fonte delle difficoltà.

 

Inquadramento (Framing) e livelli

Il facilitatore può inquadrare una discussione osservando i diversi livelli o dimensioni sui quali la gente sta parlando. Per esempio: una persona può parlare di questioni e l’azioni esterne (Realtà del Consenso) mentre qualcun altro sta parlando di sentimenti (Dreamland-Terra dei Sogni). Poi, qualcun altro potrebbe parlare di un terreno comune (Essenza) che ci unisce. Questo scontro di livelli può essere la fonte del conflitto stesso! Il facilitatore può inquadrare le cose dicendo che ci sono molti livelli derivanti simultaneamente; una persona sta parlando di azione esterna, mentre un altro sta parlando dei suoi sentimenti. Chiedi quale direzione mettere a fuoco, mentre ti ricordi delle altre.

 

Innerwork (Lavoro interiore)

Lavorare da soli con se stessi mentre ci relazioniamo con gli altri o con l’esterno, ascoltarsi, facilitarsi con il proprio processo, armonizzandosi col processo più ampio.

 

Interventi Orientati al Feedback

Gli Interventi Orientati al Feedback sono interventi basati sulle comunicazioni non verbali e verbali che accadono momento-per-momento di un cliente, un gruppo o individuo. Sono interventi che sono progettati e modificati secondo il feedback specifico momento per momento del cliente, gruppo o individuo.

 

Limite (Edge)

Un limite è appunto il limite di ciò che possiamo percepire, pensare, comunicare, o credere che possiamo fare. Strutturalmente, un limite separa il processo primario dal processo secondario.

I facilitatori utilizzano una serie di strumenti per aiutare una persona superare il loro limite e completare quello che lei o lui sta cercando di dire, fare o essere. In alternativa, il facilitatore può aiutare la persona entrare nel processo di sogno (dreaming process) e andare oltre quelle che per lei o lui costituisce un limite. Esistono limiti anche ai confini tra mondi diversi (vedi Punto d’Unione)

Un limite di comunicazione che si verifica quando un individuo o di un gruppo, per paura, reprime qualcosa che sta cercando di emergere. Per esempio, al raduno di cui ho parlato all’inizio di questo capitolo, le problematiche di razza e omofobia non emersero fino al pomeriggio. Il gruppo ha un vantaggio nei confronti di questi temi. La donna che le ha portati fuori riteneva che non avrebbe potuto farlo prima, perché il limite del gruppo vietava a questi argomenti e alla rabbia di averne occasione. Allo stesso modo, l’uomo con i  modi tradizionali di vedere le cose non si sentiva libero di criticarmi in un primo momento. Solo dopo che il gruppo ha permesso che i temi della razza e dell’omosessualità  venissero portati fuori, ha fatto emergere un suo nuovo limite come persona appartenente alla maggioranza (mainstream). Il suo limite non era solo nel criticare la leadership, ma anche di non gradire entrambi gli argomenti e le persone che parlavano.

 

Limiti

Un limite si riferisce a un momento in cui qualcuno parla, ma non è in grado di completare quello che lei o lui sta dicendo a causa di motivi personali o a causa di restrizioni di gruppo effettive oppure sentite. Può essere molto utile chiedere alla persona perché sia così difficile parlare e, se le circostanze lo consentono, aiutare la persona andare oltre quel limite e completare quello che lei o lui sta cercando di dire. In alternativa, il facilitatore può aiutare la persona immaginando di andare oltre quel limite per lei o lui.

 

Livelli di Realtà

Vedi Realtà del Consenso, Terra dei Sogni (Dreamland) ed Essenza.

 

Livello Senziente

Questo si riferisce al livello più profondo e più sottile dell’esperienza soggettiva. Non esistono polarità, solo un collegamento molto sentito con qualcosa di più grande e l’essenza comune alla base di varie esperienze.

 

Mente del Processo-MP (ProcessMind-PM)

L’intelligenza profonda dietro ogni fenomeno della realtà, organizzatrice della sua manifestazione e interconnessione con qualunque altro fenomeno.

E’ la parte più profonda di noi stessi, associata ad una parte del nostro corpo, e allo spirito di un luogo della terra.

Proprio come la terra è alla base di tutte le forme di attività umane e naturali e nelle previsioni meteo della biosfera, la Mente del Processo è il Sogno dell’intelligenza che sta dietro a tutte le nostre esperienze. La”Mente del Processo” è una chiave cui tutti i facilitatori hanno bisogno di lavorare con tutti i mondi e tutti i popoli.

 

Metacomunicatore

Il ruolo, individuale, o una figura interna che si accorge di cosa sta accadendo ad un livello più profondo rispetto al normale e lo comunica portandolo così alla consapevolezza. Questo può accadere a livello intra-psichico, di relazione, o di gruppo.

 

Metaposizione

Un punto di vista che una persona momentaneamente assume per aiutare a processare un conflitto sostenendo o sfidando certi altri individui o altri punti di vista.

 

Metaskill  (metacapacità, meta competenza, meta-abilità, meta-qualità)

Il sentimento con cui si applicano la teoria, le informazioni e le tecniche. (per una analisi completa di questo concetto Metaskills: L’arte spirituale della terapia di Amy Mindell)

E’ l’abilità con cui usi le altre abilità. E’ la meta-abilità, cioè l’attitudine o sentimento compassionevole dietro l’uso di una abilità tecnica. Può essere il tono che una persona usa nell’intervenire o esprimere una metaposizione. Il “modo consapevole” in cui dici qualcosa o fai qualcosa è una metaskill e può essere duro, gentile, utile, compassionevole, giocoso, scientifico, fluido, curioso, naif, provocatorio e sfidante, ecc. E’ il sentimento o atteggiamento che hai per te stesso e per gli altri. Se hai un atteggiamento compassionevole, di per se stesso questo genera quello che fai. Non basta semplicemente un po’ di tecnica e applicarla. Viene piuttosto da dentro di te, in un contesto di amore e di cura verso gli altri.

Il termine “metaskill” implica che, oltre a notare questi atteggiamenti, noi li raccogliamo e usiamo la loro energia, utilizzando i nostri sentimenti e atteggiamenti al servizio della comunità, gruppo o persona con cui lavoriamo.

 

Mondi Paralleli

Ogni sensazione, ogni vettore è un “mondo parallelo”, nel senso che di solito non si trova direttamente in contatto con il mondo degli altri vettori e sentimenti. Si tratta di una posizione centrale nel Worldwork, un gruppo di persone vive spesso in un “mondo parallelo” rispetto ad altri popoli. Viviamo gli uni accanto agli altri, ma come linee parallele, non ci incontriamo spesso.

(Il Corpo della Sciamana)

 

Nagual

Il Nagual ha un significato diverso nelle storie di Castenda su Don Juan. Una definizione è che è l’inconoscibile, ciò che può essere sperimentato ma non descritto nel linguaggio quotidiano (in questo caso equivale al Tao che non può essere detto del Taoismo, ndr). Può apparire come una minaccia o un essere terrificante. Questo è in contrasto con un altro concetto, il Tonal che si riferisce alla realtà costruita socialmente o Realtà del Consenso (vedi Attenzione). (Il Corpo della Sciamana)

 

Nazionalismo

Eccessiva preoccupazione per gli interessi di una nazione senza riguardo per gli interessi di altri individui o nazioni.

 

Non-località

L’esperienza di interconnessione o di sincronicità, oltre il tempo e lo spazio, anche il senso di non trovarsi soltanto nel nostro corpo, ma anche sparsi per l’universo.

 

Non sapere (Not knowing)

Nel processwork non sappiamo cosa sia bene per l’altro perciò non vogliamo né sapere in anticipo cosa accadrà né spingere gli avvenimenti verso una precisa direzione. Crediamo nell’intelligenza profonda del processo e rimaniamo fiduciosamente disposti a lasciarci guidare dal naturale corso degli eventi interiori ed esterni così come si manifestano, mantenendo la mente aperta e senza pregiudizi. Non sapere può essere considerata una metaskill (mente da principiante) che ci aiuta a rimanere orientati al processo.

 

Open Forum

Incontri strutturati, profondamente democratici, da persona a persona o cyberspaziali (virtuali), in cui ognuno si sente rappresentato e che comprende le questioni sociali, così come i sentimenti più profondi e i sogni dei partecipanti. Il metodo Open Forum enfatizza lo stile più lineare di Worldwork in cui il facilitatore aiuta gli eventi a scorrere più lentamente e interviene più spesso.

 

Polarità

Una coppia di ruoli, punti di vista o posizioni, che esistono in relazione di opposizione l’uno all’altro.

 

Polarizzazione

Un processo in cui gli individui in conflitto diventano bloccati in ruoli opposti, ad esempio, vedere se stessi come tutto il bene e l’altro come il male o del tutto cattivo, o credere che solo la soluzione o liberale o solo quella conservatrice risolverà tutti i problemi.

 

Potere

La capacità di una persona di sentirsi sicura e forte o di essere efficace nel controllare gli altri, oppure di esprimere la propria opinione o alzandosi in piedi a sostenere una posizione di fronte all’opposizione.

 

Pre-emergente

Un termine non tecnico per esperienza senziente. Il termine pre-emergente è spesso più facile da spiegare all’interno delle organizzazioni, in contrasto con il gergo tecnico di essenza senziente.

 

Process Mind: vedi Mente del Processo

 

Processo

Un flusso coerente e significativo di segnali e di esperienze, che sono alla base di eventi problematici, dolorosi e creativi

Il flusso di comunicazione palese e occulta all’interno di una singola famiglia, gruppo, cultura e ambiente. Il Processo include i sentimenti esprimibili, i sogni e le esperienze spirituali.

 

Processo Primario

Il motivatore di base o la figura di sogno dietro la normale identità di un gruppo o un individuo. È un processo perché cambia con il tempo.

 

Processo Secondario

Il motivatore di base o la figura di sogno che sta dietro l’identità non riconosciuta, trascurata o negata di un gruppo o un individuo. È un processo perché cambia con il tempo. Il processo secondario comprende esperienze che noi non percepiamo come appartenenti alla nostra identità personale. Lo percepiamo come eventi o incidenti che ci accadono nostro malgrado o come emozioni ed esperienze con cui non ci identifichiamo, come rabbia, paura, potere e connessione spirituale. Spesso proiettiamo questi aspetti sulle persone cui guardiamo come nemici o quelle che vediamo come intrinsecamente diverse da noi. Possiamo marginalizzare o ammirare queste qualità, assumendo tratti inferiori o superiori in altri gruppi.

 

Processwork (Arte del processo o Lavoro con il processo)

Una metodologia per la ricerca di un significato più profondo nell’esperienza umana seguendo i flusso di segnali del momento.

 

ProcessMind – la Mente del Processo

Intesa come la mente di Dio orditrice di un piano profondo e sottile o l’intelligenza organizzatrice di tutti i fenomeni vitali, del grande “sogno” della vita. Mindell si ispira alle parole di Einstein “I want to know God’s thoughts”. In questo senso occorre connettersi con la Mente del Processo, percepire l’essenza alla base di tutto,  “unfolding” (spacchettare nel senso di amplificare, sviluppare e disvelare) per conoscere il piano che Dio/Grande Spirito/Natura/Vita/eccetera hanno in mente per noi e seguire il suo processo vitale.

 

Punto caldo (hot spot)

Un punto caldo è un momento in cui scoppia una forte reazione durante un processo di gruppo.

Un momento intenso in cui vi è un forte scontro emotivo tra individui o con l’intero gruppo o quando accade qualcosa di proibito o intenso a causa del quale tutti diventano silenziosi o congelati. I punti caldi che non ricevono attenzione sono la fonte di future escalation. Pertanto, è utile notare i punti caldi, rallentare e approfondire i sentimenti di entrambi i lati del conflitto. I punti caldi possono essere la porta per approfondire il processo o accedere alla seconda attenzione.

In un contesto di gruppo, un momento di attacco e difesa, lotta e di volo, l’estasi, apatia o depressione.

 

Punto di Unione (o di Assemblaggio)

E’ il punto in cui si forma l’identità. Vari strumenti e le tecniche possono essere appresi per spostare il punto di unione in modo da accedere alle diverse identità e ruoli. Da ogni punto assemblato ci sono diversi punti di vista e prospettive sulla realtà.

 

Punto freddo (cool o cold spot)

Un punto freddo è un momento in cui si perviene ad una temporanea risoluzione, le energie si calmano e l’atmosfera si acquieta dopo un’escalation durante un processo di gruppo.

 

Rango (Rank)

Una posizione relativa nella società, una organizzazione, comunità o rapporto che si verifica basata su differenze percepite in varie dimensioni come il sesso, la razza, l’età, l’orientamento, l’aspetto, la salute, l’istruzione, la lingua, la situazione finanziaria, la consapevolezza psicologica o spirituale, ecc.

 

Realtà del Consenso

Il livello materiale dell’esistenza quotidiana di cui la maggior parte delle persone in genere fa esperienza e su cui concorda per la maggior parte del tempo.

Il livello di realtà su cui la maggior parte delle persone in stato normale di coscienza sarebbe d’accordo. Nella Realtà del Consenso “queste sono parole, questa è una pagina, questo è un glossario che definisce dei termini”

 

Realtà del Non Consenso

Si tratta di un livello di personale di esperienza onirica, tra sensazioni corporee, stati alterati di coscienza, sensazioni sottili e fantasia.

 

Ruolo

Un punto di vista o una funzione all’interno di un campo, in genere occupati da varie persone in tempi diversi.

Ruoli

Il concetto di ruoli appartiene all’aspetto di sogno del processo di gruppo. Mentre ogni ruolo come capo, subalterno, del paziente, o aiuto sembra essere situato con un dato individuo o un gruppo, in realtà è un timespirit – spirito del tempo che ha bisogno di essere riempito da molti di noi. Ogni ruolo è molto più grande di qualunque individuo o gruppo. E ognuno di noi e ogni gruppo è più grande di qualunque ruolo. In altre parole, le persone non sono ruoli.

 

Ruolo fantasma (Ghost role)

Un ruolo in un campo che non è occupato (nessuno sta rappresentando o esprime tale ruolo), ma che è comunque sentito essere presente, ad esempio, quello di un uomo di colore che entra in un club riservato a uomini d’affari di razza bianca può sentire il razzismo anche se nessuno sta facendo niente di palesemente razzista in quel momento. Il razzismo è spesso un fantasma.

I fantasmi sono una parte della Terra del Sogno. Essi si riferiscono a quelle cose di cui si parla ma che non sono direttamente rappresentate da nessuno in un determinato gruppo. Fantasmi tipici possono essere gli antenati di cui si parla ma che non sono più presenti, la persona “cattiva” che non è nella stanza, l’ambiente, ecc. Entrare nei panni del ruolo fantasma, esprimerne i punti di vista, i pensieri e le emozioni possono essere chiavi importanti  per i processi. Ed è altrettanto importante sapere che tutti condividiamo questi ruoli fantasma.

 

Seconda Formazione (second training)

Il primo addestramento o formazione riguarda le informazioni logiche razionali che possono essere facilmente espresse verbalmente e condivise con altri, come i segnali, e il contenuto dei problemi. Il 2 ° addestramento/formazione è imparare a seguire la guida ineffabile di fonti mitiche, come la terra.

 

Segnale

Un indicatore, generalmente in movimento, il linguaggio, il tono verbale o altro segnale non verbale, portatore di significato.

 

Segnali

I segnali primari sono quelle informazioni che trasmettiamo intenzionalmente (nella Realtà del Consenso).

I segnali secondari sono quelle informazioni che emettiamo involontariamente (dalla Terra dei Sogni) e sono incomplete perché il significato non è stato ancora svelato (nella Realtà del Consenso). Di solito tendono a ripetersi e a circolare fino a che non vengono colti, da noi stessi o dagli altri, e prendiamo coscienza del loro messaggio.

 

Sincronicità

Una coincidenza apparentemente significativa nel tempo di due o più eventi simili o identiche che sono causalmente correlato. Si tratta di una combinazione di esperienze psicologiche e mondiali o fisici.

 

Sognare da Svegli 24 ore su 24 – Dreaming While Awake 24h

Un corpo di tecniche per sognare da svegli 24 ore su 24. (Dreaming While Awake)

 

Sogno (il) (il Sognare – The Dreaming)

L’esperienza metafisica o spirituale e il significato che sta dietro comportamenti, segnali, sintomi e disturbi.

 

Sogno Alto e Sogno Basso

Il Sogno Alto (High Dream) e il Sogno Basso (Low Dream) sonmo concetti utilizzati per definire le grandi speranze o i grandi timori di una persona o di un gruppo circa il potenziale di una data situazione, ed sono molto spesso attivi in un rapporto o nella vita della comunità. Un sogno basso, come anche un sogno alto, è spesso collegato all’aspetto mitico di una relazione o una comunità ed è connesso alla spiritualità inconscia di una persona.

 

Spirito del tempo (Timespirit) o Rulli (Roll)

Un rango culturale, una posizione o un punto di vista che dipende dal tempo e dal luogo. Rolls e Timespirits cambiano rapidamente perché sono una funzione del momento e della località. Gli Spiriti del tempo all’interno dei gruppi non sono fissi ma fluidi. Sono impersonati da individui e parti differenti nel corso del tempo che li mantengono in un costante stato di flusso.

 

Storia Personale

Le storie che costruiamo su chi siamo, che ci aiutano anche a costruire la nostra idea della realtà. Si tratta di una costruzione familiare, culturale e sociale, nonché personale.

 

Tao

L’eterno principio di base dell’universo che trascende la realtà ed è la fonte dell’essere, del non-essere, e del cambiamento. Il fiume o il processo del Sogno di fondo, che sta cercando di manifestarsi.

 

Teleologia

Una convinzione che i fenomeni naturali sono determinati non solo da cause meccaniche, ma da un disegno generale o da uno scopo profondo della natura.

 

 Team work – Lavoro di squadra

Una squadra è un gruppo di “animali da soma” (Webster). Il lavoro di squadra è un processo di squadra dove tutti sanno e sentono il Big U (il Grande Te Universale) della squadra.

 

Sciamanesimo Urbano

Lo Sciamanesimo così com’è praticato dalla gente di tradizione occidentale.

Lavorare con gli spiriti, il cambiare forma (shape-shifting)  e la magia di trasformare situazioni e sintomi. La pratica, che ha radici nello Sciamanesimo indigeno e nel misticismo,  di seguire esperienze apparentemente non correlate fra loro, come sincronicità, flirts, esperienze somatiche, allucinazioni uditive o visive momentanee e natura, accettandole come significative per la comprensione del momento presente ed usando il loro messaggio di modificare la propria consapevolezza e il proprio modo di intervenire.

 

Umori (Moods – stati d’animo di fondo)

Gli umori (moods) sono come delle condizioni climatiche o condizioni atmosferiche che scendono su di noi. Sono legati ai nostri attaccamenti, alla nostra storia personale e al nostro senso di importanza personale. (vedi Fantasmi)

 

Vettori

Frecce. I vettori sono il termine matematico per le frecce. Usiamo vettori per indicare il nostro senso soggettivo o di direzione di segno basato sulla Terra. La Terra tira o si muove in certe direzioni in momenti diversi. Quando si cammina e si segue la direzione del vettore di ogni esperienza, si può sentire un senso di energia, la potenza e il ritmo, che possono raccontarci del significato del percorso. (vedi anche energie vettoriali)

 

Warriorship – Essere un/una Guerrier*

Il guerriero è qualcuno che ha il coraggio di conoscere se stesso o che affronta la sua paura, è una condizione di apertura nell’osare attivamente la verità su se stessi e la volontà di essere vulnerabile nell’esprimere la propria esperienza interiore, sentimenti e punti di vista. Essere un guerriero è imparare ad essere autentico in ogni momento della tua vita.

Un guerriero utilizza le realizzazioni che ha sviluppato come un cacciatore di lasciare la realtà di tutti i giorni ed entrare altro mondo usando seconda attenzione. Il guerriero è qualcuno che ha il coraggio di conoscere se stessa o che affronta la sua paura è una condizione di apertura al osare attivamente la verità su se stessi e la volontà di essere vulnerabile nell’esprimere la propria esperienza interiore, sentimenti e punti di vista. (Il Corpo della Sciamana)

 

Worldwork – Lavoro col Mondo

Worldwork è un metodo per piccoli e grandi gruppi che utilizza la Democrazia Profonda per affrontare le questioni di gruppi e organizzazioni di ogni tipo. Per risolvere i problemi della realtà e arricchire l’esperienza della comunità, i metodi di Worldwork si concentrano sull’impiego del potere dello sfondo onirico di una città o di un’organizzazione (ad esempio, le proiezioni, i pettegolezzi, i ruoli e la fantasia creativa). I facilitatori di Worldwork ascoltano la terra, fanno innerwork, mettono in pratica le capacità di comunicazione esterne che coinvolgono la coscienza del ruolo, la consapevolezza dei segnale e del rango per arricchire la vita organizzativa. Worldwork è stato applicato con successo per l’analisi di e il lavoro con comunità multiculturali, multilivello, aborigene, con università, con piccole e grandi organizzazioni internazionali, con i punti caldi delle città e zone di conflitto mondiale. La consapevolezza del Worldwork richiede l’accesso alla Mente di Processo (ProcessMind).